Heartbreak Hotel, appunti per un’installazione – VENERDI 26 e SABATO 27 maggio

Installazione
Ore: 
14.00 – 19.00

testi e visioni collettivo snaporaz
con le voci di Cecilia Elda Campani, Vincenzo Giordano, Daniele Ornatelli, Andrea Panigatti, Alice Spisa
suono Fulvio Vanacore
realizzazione scene Mirco “Mizu” Avitabile
https://www.facebook.com/collettivosnaporaz/

Collettivo Snaporaz – Heartbreak Hotel Stanza n°13
Un albergo. Una stanza. Una poltrona, un telefono. Una voce che soffia fra gli interstizi, pulsa fra le pareti e racconta la sua storia. Heartbreak Hotel – Stanza n° 13 è una piece abitabile per un singolo spettatore, la quarta opera del collettivo Snaporaz. Una stanza sempre uguale a se stessa, ma diversa per ogni suo ospite.
 
1. Lo spirito
“…Quando l’anima esercita la sua attenzione può utilizzare la macchina biologica per produrre emozioni superiori, ma per farlo deve approfittare proprio di quei momenti in cui la vita stessa la conduce a un passo dal risveglio per mezzo di situazioni dolorose.”
L’Heartbreak Hotel. Un Hotel unico in tutto il nostro Sistema Solare: l è il ricovero privilegiato per chiunque sia alle prese con una sofferenza indicibile e abbia rinunciato a cercare consolazione nella caterva di centri benessere che ammorbano il pianeta.
Il dolore non va fuggito, va attraversato. Questo semplice principio è la mission dell’Heartbreak Hotel. Dalle attività di gruppo alla tappezzeria, ogni dettaglio all’Heartbreak è studiato per esaltare il dolore dei propri ospiti, e farlo esplodere in tutta la sua sconfinata bellezza. A ogni villeggiante l’HbH riserva un trattamento personalizzato e offre l’Opportunità cruciale: concepire e osservare i propri demoni. Gli ospiti sono messi nella condizione di prendere una decisione: attraversare la tempesta perfetta o tirarsi indietro. Rinunciare o accettare il dolore, lasciandosi modellare dai suoi slanci, fino a rinascere come dopo il giudizio universale.
L’HbH non offre soluzioni. E non da’ risposte. Apre una via, o più di una. Dopodiché scompare, lasciando all’individuo la decisione finale di seguire o meno la nuova consapevolezza.
2. Il corpo
Heartbreak Hotel è un progetto multidisciplinare. L’Hotel è il contenitore di una serie di creazioni: ognuna è una Stanza diversa e può prendere la forma di uno spettacolo, di una performance, di un’installazione, di un fumetto… L’Hotel è di volta in volta il protagonista, l’antagonista, la circostanza data, il fondale. È la cornice narrativa in cui si inseriscono gli episodi, diversi per linguaggio sperimentato, contenuto ed elementi narrativi.
Per ogni Stanza, snaporaz sceglie di ampliare la sua visione contaminandosi con presenze artistiche nuove. Questa architettura- poliedrica per indole e per precisa volontà – è sorretta da solide fondamenta comuni: tutte le stanze, pur nella varietà dei linguaggi, affrontano la stessa vasta tematica: il coraggio d’affrontare il dolore, le proprie paure, la rabbia. Così, snaporaz aspira a dare luogo a una serie-non-seriale. Un format obliquo, attraversato da storie che indaghino il confronto dell’uomo con la crisi. Non come concetto negativo ma come opportunità, una tappa necessaria ad un percorso evolutivo.

 

Dove:
Albergo Lauri (stanza), Macerata:

Lascia un commento