Mad in Europe – SABATO 27 maggio

Ore:
18.30 (prima replica)
21.30 (seconda replica)

Di e con Angela Demattè
collaborazione drammaturgica Rosanna Demattè
scene e costumi Ilaria Ariemme
disegno luci e audio Marco Grisa
interprete Angela Demattè
regia Mad in Europe
coproduzione Pierfrancesco Pisani, CapoTrave / Kilowatt, Progetto Goldstein
distribuzione Elena Lamberti
amministrazione Chiara Girardi

Audio-descrizione introduttiva disponibile 20 minuti prima dello spettacolo, a cura di Senza Barriere onlus e Nicola Tondi

Trama:
All’improvviso, durante una sessione del Parlamento europeo, una deputata in stato di gravidanza impazzisce. Se fino a pochi minuti prima era in grado di parlare diverse lingue, adesso riesce a esprimersi solo in uno strano e informe dialetto, un involontario e al tempo stesso lucido grammelot in cui si proietta tutta la sua frammentazione interiore, metafora del fallimento dell’utopia europea. La lingua madre è perduta, dimenticata, forse rifiutata. Andare alla ricerca delle cause di un’evidente nevrosi ossessiva significa per la donna ripercorrere a ritroso il cammino della sua vita, ritrovarsi faccia a faccia con le proprie radici, non senza farsi carico di una scomoda eredità materna e religiosa, che pensava ormai del tutto superata.
Uno spettacolo di rara intelligenza creativa, un patchwork di espressioni e sonorità verbali che diventa la miglior parafrasi della deriva di una donna contemporanea in conflitto con gli stereotipi di genere e con un passato soffocante. Una riflessione profonda e al tempo stesso ironica sul potere della parola e del linguaggio, e sull’influenza che esercitano nel nostro quotidiano, accompagnata da brillanti soluzioni sceniche.

Angela Demattè è attrice e drammaturga. Diplomata all’Accademia dei Filodrammatici di Milano, il suo primo testo teatrale, Avevo un bel pallone rosso (per la regia di Carmelo Rifici) si è aggiudicato nel 2009 il Premio Riccione e il Premio Golden Graal. A questo successo hanno fatto seguito L’officina Storia di una famiglia, Il compromesso (entrambi messi in scena da Rifici), Stragiudamento (regia di Andrea Chiodi) e Stava la madre (regia di Sandro Mabellini). Guida estrema di puericultura, scritto con Francesca Sangalli, ha partecipato lo scorso anno alla finale del premio Dante Cappelletti. In qualità di attrice ha maturato una lunga esperienza a fianco di Mimmo Cuticchio, Peter Clough, Walter Pagliaro e molti altri.

Dove:
Magazzini UTO,  Vicolo Consalvi,  Via Antonio Gramsci 57, accanto al Café Cabaret, Macerata

Biglietti:
Spettacolo Prevendita
sul sito www.eventbrite.it o acquisto presso biglietteria MAGAZZINI UTO ( Vicolo Consalvi ) da un’ora prima dello spettacolo
COSTO BIGLIETTO: Intero 10 euro, ridotto universitari 8 euro.

Una risposta a “Mad in Europe – SABATO 27 maggio”

Lascia un commento